giovedì 15 maggio 2014

IL FUMETTO NEL CUORE Sara Mazzucato


In questo breve articolo, vi presento una studentessa all'ultimo anno del corso di laurea in Semiotica all'Università degli Studi di Bologna, che da anni si interessa di fumetti e illustrazioni. Si chiama Sara Mazzucato e sta progettando una fanzine dedicata a questo genere di arte visiva, che naturalmente ama moltissimo. Da qualche tempo ha iniziato a disegnare, spinta dall'urgenza di tradurre in immagini tutti i lampi creativi che le attraversano la mente. Il suo sogno è di poter scrivere un fumetto tutto suo, perché crede nella potenza di questo mezzo espressivo, che secondo lei sintetizza la bellezza del racconto con quella delle immagini.

Vi segnalo LIBRIAMOCI il Weekend di Primavera dedicato al libro e alla letteratura ( vedi locandina ). 

Sabato 24 Maggio inaugurazione Illustrami, esposizione di illustratori con opere a cura di:

Sara Surgelati, Giovanna Bison, Damiano Rosa, Massimo Favero, Nicolò Maniero e Alberto Panegos.

martedì 6 maggio 2014

APOLOGIA DEL SUBLIME DI GIULIO MARCHETTI







L’ultimo passo sulla terra

Mentre l’alba dischiude meno di un sorriso
ci si affida intimamente al desiderio
che la luce penetrata a stento dai vetri
possa restituire un aspetto alle gambe
anche solo per compiere in silenzio
l’ultimo passo sulla terra.


Infinito

È inutile sommare gli istanti e il vuoto.
Parlo con l’aria.
Il mio ultimo respiro cammina scalzo.
Ho ancora la forza di pensare
che i nostri corpi nudi
siano stati amore.
L’occhio del cielo mi guarda indifferente,
un lampo attraversa il cuore fermo,
la solitudine splende sugli avanzi del destino.
Non è paura, è solo qualcosa di eterno

che finisce.




Giulio Marchetti, Apologia del sublime.
Poesie 2008-2014 , Prefazione di Alessandra Paganardi (poesia, febbraio 2014), Collana AltreScritture, puntoacapo EditricePasturana 2013
F.to cm 12x17
pp. 144
€ 14,00

ISBN 978-88-6679-021-1



Poiché questo libro non costituisce un’opera singola, ma una raccolta di opere, è naturale, sia per un autore che per un lettore, stendere il bilancio provvisorio di un lavoro poetico. Indubbiamente non è facile parlare d’amore in poesia per parecchi anni consecutivi senza cadere nello scontato o nel retorico. Giulio Marchetti ci riesce: anzi, nel progredire della scrittura sembra di notare che questo proposito, inespresso e taciuto, vada chiarendosi. 
Dalla prima raccolta del 2008. Il sogno della vita (2008), attraverso le successive Energia del vuoto (2010) e La notte oscura (2012), fino all’inedito Disastri, che costituisce la parte terminale di questo libro, pare addirittura che le opere non siano quattro, ma le singole partiture di una sinfonia d’amore, continuamente inseguita e perfezionata. Suggestiva è la cadenza biennale delle sillogi, quasi a marcare una regolarità anch’essa inespressa, proprio come la geometria è l’innervatura invisibile della musica. 

Dalla Postfazione di Alessandra Paganardi


Giulio Marchetti è nato a Roma nel 1982.

Ha esordito in volume con Il sogno della vita (Novi Ligure, 2008),finalista al Premio «Carver» e segnalato con menzione speciale della giuria al Premio «Laurentum». Nel 2010 ha pubblicato Energia del vuoto(puntoacapo), seguita nel 2012 da La notte oscura (ibidem). Con Cieli immensi, tratta da quella raccolta, ha vinto il Premio «Laurentum» 2011, sezione sms. La notte oscura ha ottenuto il III posto al Premio Nazionale di Arti Letterarie «Città diTorino» e al Premio Internazionale «Tulliola», ed è stato Finalista al Premio «Città di Sassari». 
Della sua poesia si sono occupati, fra gli altri, Sebastiano Aglieco, Gabriele La Porta, Paolo Ruffilli e la Fondazione Mario Luzi.

Il presente volume raccoglie le tre raccolte edite e la raccolta inedita Disastri.