giovedì 30 aprile 2015

IL MONDO DIVISO DI TERESA REGNA - RECENSIONE DI ANDREA PUGIOTTO

TERESA REGNA
Il Mondo diviso
Recensione di ANDREA PUGIOTTO



Quando Alice entrò nello Specchio, incontrò fra gli altri personaggi anche gli eroi di una celebre filastrocca: Twiddledee e Twiddledum. Nel momento in cui volle stringere loro le mani per salutarli … uno le porse la destra e l’altro la sinistra!
  Sarò bene rammentare questo dettaglio e non trascurare il fatto che Alice era nel Mondo dello Specchio perché questo testo della signora Regna si basa appunto su questo principio.
  Khammhak, pianeta lontanissimo da noi, era, una volta, un mondo unito e felice. Poi, per ragioni non ben precisate, fu diviso in due da una barriera altissima ed impenetrabile, e ogni emisfero del pianeta procedette indipendentemente dall’altro. Così, pur essendoci Maghi (maschi e femmine) in ambo i due semipianeti, da una parte sono previsti autobus, un Governatore Generale ed i maghi si chiamano … per telefono (!), mentre dall’altra parte abbiamo un Re, si va a cavallo o su carri di tipo classico, di legno e con ruote, e non mancano gli Gnomi del Focolare (Dixy) per dare una mano in casa.
  La cosa più interessante è che questo libro è una vera mistura di stili. Mentre nella parte XXI secolo tutto è come da noi oggi (matrimoni in crisi, spettacoli di music hall eccetera), dall’altro lato siamo in piena era Dante Alighieri & Nano Tremotino, come abiti e modus operandi! Le storie dei due emisferi si intrecciano fra di loro (in tal senso, è un ottimo epigone di Orlando Innamorato, con tre storie diverse che sono seguite contemporaneamente) con continui colpi di scena ed un mondo, come profili psicologici, davvero variegato.
Nota a margine: il tempo è calcolato in Decimane, conforme al Calendario Rivoluzionario francese. (attualmente, poiché scrivo in Aprile, siamo nel mese di Floreale). E, inoltre, uno dei due semipianeti si basa sul cerchio, sicché le case, le città e tutti gli oggetti (salvo rarissime eccezioni) sono di forma circolare. Un bello schiaffo in faccia agli scrittori di Fantasy ed SF tradizionalisti!
  Apparentemente, sono tutte storie slegate fra di loro e non portano da nessuna parte … ma non date la cosa per scontato!
  Ancora una volta, la signora Regna prende tutti in contropiede e sbalordisce i suoi lettori, vecchi e nuovi, con un’opera sui generis, giacché non ha mai seguito davvero le regole ed è sempre arrivata dai luoghi più inaspettati seguendo le prospettive più inusuali!
  Un libro, questo, che rinnova gli allori di Tempo senza tempo, La Regina delle Illusioni e Il pettine e il flauto, tre opere di genere Fantasy da non prendere in sottogamba.
  Questo testo, però, pur essendo un Fantasy al 90% in tutta evidenza, ha un 10% non trascurabile di buona SF e, generalmente parlando, è un autentico bastardo, fra i libri dei più vari generi letterari. Ed è arcinoto che sono i bastardi quelli che fanno la Storia … specie in Letteratura!
  Se l’America ha Ann McCaffrey come attuale Regina del Fantasy, noi abbiamo Teresa Regna. E scusate se è poco!

TERESA REGNA
Il mondo diviso
Antipodes edizioni
Pubblicato nel 2015
136 pagg.
€ 12,00


martedì 21 aprile 2015

ATUTTASCUOLA - Newsletter

  • Accogliamo il professor Carlo Zacco docente di Lettere al Liceo, che nelle prossime settimane pubblicherà circa 390 contributi su www.atuttascuola.it
  • Nel frattempo leggiamo i suoi primi 10 contributi qui sotto:
Dante
Baldassarre Castiglione
 su Atuttascuoladuepuntozero e altri blog del circuito, che puoi commentare con il tuo account google+ (ultimi pubblicati)
Corso di scienze di prima media
Corso di scienze di terza media
·Cap. 5 I vulcani
Italiano
Matematica
Scienze
Storia
Filosofia
  • Parmenides scuola quattro operazioni con numeri naturali, quattro operazioni con numeri interi o relativi e potenze di numeri naturali
  • Flixbus servizi con autobus di lunga-media percorrenza
Italiano Epica  Odissea
Italiano Dante
Italiano Boccaccio
Italiano Manzoni
Italiano Dante
Italiano Epica  Odissea
Italiano Boccaccio
Italiano Manzoni

giovedì 9 aprile 2015

LA BALLATA DELLE SETTE PIETRE - ASS CULTURALE IL FOGLIO




  • DI PROSSIMA USCITA




  • LA BALLATA DELLE SETTE PIETRE
  • ANTONIO MESSINA
  • prefazione di ILARIA DAZZI
  • EDITORE - ASS. CULTURALE IL FOGLIO
  • COLLANA -  I TASCABILI
  • (Prezzo di copertina € 10,00)
  •  2015, 175 p., brossura


Si può rinunciare ai sogni? Può un’esistenza privarsi di questa dimensione? E cosa comporta farlo? C’è un uomo, il protagonista, che non riesce a riconoscersi in una vita priva di sogni: un imprecisato male attraversa il suo animo e lo divora, rendendolo sempre più straniero al contesto in cui vive, alle abitudini che dovrebbe condividere con gli altri personaggi… ogni Pietra rappresenta un periodo temporale, una decina d’anni circa, e l’idea di Ballata altro non è se non l’astrazione della danza dell’esistenza: il valzer dei giorni, delle stagioni, in un luogo sconosciuto perché prospetticamente lontano, ma talmente ‘noto’ in ciò che racconta da sembrare attualissimo… come una musica appena accennata, come un bozzetto a matita, c’è una scelta difficile e inevitabile insieme: la soluzione, lo scioglimento, il Destino che si compie o, forse semplicemente, la presa di coraggio. Perché il coraggio somiglia ad un sacco colmo di oggetti che portiamo in luoghi diversi e l’arte di Messina è questa: costringerti, con naturalezza, a prendere il tuo sacco e a percorrere un tratto di strada con la curiosità di scoprire quante cose ancora esso possa contenere e raccontarti.

dalla prefazione di Ilaria Dazzi 


Ramon è un uomo solo, vittima di una dolore misterioso, profondo come gli universi  che attraversa. Universi sfuggenti bloccati in un tempo  indefinito. Diversi sono i personaggi che gli ruotano attorno: entità reali o solo fantasmi prodotti dalla fantasia di una mente malata? Cosa gli è successo di tanto grave? Troppo tardi per tirarsi indietro: il vortice ha inghiottito anche noi lettori, che pensavamo d’aver capito.
In quali coordinate spazio-temporali  si muove il protagonista? Percepiamo il suo dolore e quello dei personaggi che popolano la sua storia, ma senza riuscire a determinare davvero cosa stia succedendo. Il susseguirsi delle pagine non fa che alimentare questa nostra incertezza.  C'è una verità più grande e profonda da scoprire. Così si rimane sospesi nel vuoto, in trepidante attesa, fino a che il segreto finalmente si svela, trascinando anche noi lettori nell’emozione e nel silenzio; presente, passato e futuro  si allungano e si uniscono nel sogno, in una pragmatica danza dell’esistenza… e la settima pietra dunque disvela la verità, mettendo fine ai nostri turbamenti.

Sara Elisa Mazzucato
































venerdì 3 aprile 2015

IL NUOVO ROMANZO DI TERESA REGNA - IL MONDO DIVISO


TERESA REGNA  IL MONDO DIVISO

ANTIPODES EDITORE

2015 - ISBN 9788896926642- brossura - pp. 138
Pagine: 138

Prezzo € 12,00



"Il mondo diviso" è un romanzo fantasy, corale, ambientato su un pianeta immaginario, chiamato un tempo Khammahk, diviso in due da una barriera magica. I maghi di entrambe le zone tentano con ogni mezzo di distruggere la barriera o almeno di aprire un varco. Non soltanto il nome delle due zone (Kham e Mahk) è speculare, ma anche la geografia: hanno entrambe un mare interno, un alto monte che confina con la barriera, un lago, due continenti. Il livello di tecnologia, però, è differente, come pure i mezzi di locomozione e le forme di governo. Il finale è dapprima scontato, ma poi riserva una sorpresa.



mercoledì 1 aprile 2015

Ecco il nuovo numero della Newsletter de “La Zona Morta”

Ecco il nuovo numero della Newsletter de “La Zona Morta”: ogni 15 giorni tante notizie, anticipazioni, classifiche, aggiornamenti… e molto, molto di più! Seguiteci su www.lazonamorta.it...



LA ZONA MORTA AUGURA A TUTTI VOI
BUONA PASQUA

ANTIPASTI

Otto anni nella Zona Morta di Davide Longoni

PRIMI PIATTI

Addio a Terry Pratchett di Elena Romanello
Nasce Eatalian Sci-Fi a cura della redazione
La dolce casa degli orrori di Gordiano Lupi & As Chianese

SECONDI PIATTI

Tornano le Edizioni Scudo a cura della redazione
Audiolibri fantastici a cura della redazione
Onde road di Davide Longoni

CONTORNI – LE CRONACHE DI  


FRUTTA

Fantascienza Story 17 di Giovanni Mongini
Fantascienza Story 18 di Giovanni Mongini

DESSERT

Fantascienza Story 19 di Giovanni Mongini

BEVANDE

XXI Trofeo RiLL (scadenza prorogata al 24 aprile)

EXTRA

L’amico Gordiano Lupi ci comunica un altro importante traguardo per la sua piccola, ma agguerrita casa editrice, Il Foglio Letterario: “Pure quest'anno siamo allo Strega. Presentati da Wilson Saba e Simonetta Bartolini”.
Il libro in questione è di Federico Guerri e si intitola "24:00:00 - Una commedia romantica sulla fine del mondo", ispirato a “Il giudizio universale” di Vittorio De Sica e Cesare Zavattini.
Federico Guerri, follonichese di nascita e pisano di adozione, lavora al Teatro Verdi di Pisa, scrittore, regista e sceneggiatore teatrale, insegna drammaturgia.
Guerri è il quinto autore presentato allo Strega in 15 anni di attività della Casa Editrice piombinese, un nuovo successo a coronamento di un importante traguardo, all'inizio del sedicesimo anno di vita. Federico Guerri segue quattro colleghi di scuderia: 2006 - Wilson Saba (Sole e baleno), 2011 - Boris Virani (Mangia la zuppa amore), 2012 - Claudio Volpe (Il vuoto intorno) e 2014 - Fabio Izzo (To Jest). Gordiano Lupi - direttore editoriale del Foglio Letterario - ha partecipato allo Strega nel 2014, con “Calcio e acciaio”, un romanzo edito da Acar.
Vediamo ora di cosa parla “24:00:00 – Una commedia romantica sulla fine del mondo” di Federico Guerri (220 pagine; 14 EURO).
Improvvisamente, come fosse uno schermo, nel cielo appare un’enorme scritta - 24:00:00. È visibile in ogni parte del mondo. 23.59.59. Basta un giro di telefonate, una serie di controlli con le agenzie pubblicitarie, una rapida consultazione tra potenti o utenti Youtube, per capire che non è proiettata da terra né da un satellite né, apparentemente, da altrove. 23.59.58. Un conto alla rovescia nel cielo. Verso cosa? Il romanzo è ambientato nell’arco di 24 ore e fa incrociare le storie di undici personaggi in sette angoli diversi di un pianeta il cui punto più lontano da te è a 22 ore di aereo o alla distanza di un clic – se hai una connessione internet. Cosa accadrà allo 00:00:00? Com’è nato il countdown e perché? Salvare il mondo significa raccontarlo.
Federico Guerri, classe 1976, è drammaturgo, insegnante di teatro e scrittura creativa, improvvisatore, regista, Sindaco di “Mondo di Nerd” (comunità on-line con oltre 60.000 utenti) e padre di famiglia (non necessariamente in questo ordine). Il suo primo romanzo - Questa sono io - è uscito per le Edizioni Il Foglio per le quali cura, assieme a Sacha Naspini, la collana DEMIAN.

LA CLASSIFICA

I cinque articoli più letti nelle ultime due settimane:
1)   “The Cannibal Family” si fa in tre a cura della redazione
2)   La sposa perfetta a cura della redazione
3)   Murderock – Uccide a passo di danza di Gordiano Lupi & As Chianese
4)   Vademecum del regista del c…o 06 di Davide Rosso
5)   Blood Brothers – Il numero 01 a cura della redazione

PROSSIMAMENTE

Interviste a Marco Greganti, Antonio Tentori, Carlo A. Martigli, Angelo Berti, Fabio Giovannini, Massimo Mongai, Sergio Giardo, Fabrice Quagliotti dei Rockets e Theo Lawrence; I vizi morbosi di una governante; Kamandi; Quando Alice ruppe lo specchio; Red Sonja; Un gatto nel cervello; Fantascienza Story; Le Cronache di Narnia; Il Cav. Costante Nicosia Demoniaco, ovvero: Dracula in Brianza; Cenerentola; Voci dal profondo; I Diafanoidi vengono da Marte; Le porte del silenzio; Roy Rocket – Oltre l’infinito; Quella villa accanto al cimitero; Savage Dragon; Robert A. Heinlein.

Arrivederci nell’aldilà!

Davide Longoni